fare orientamento oggi


Fare orientamento significa aiutare le persone (qualunque sia la loro età) a individuare e costruire percorsi pienamente soddisfacenti in ambito formativo e professionale.

L'orientamento aiuta<.

>> a fare scelte in ambito formativo e professionale

>> a metterle in atto

Questa è la definizione 'classica'. Alcune definizioni allargano i compiti dell'orientamento dall'aiuto all'inserimento professionale al più generale aiuto all'inserimento alla vita. Così secondo il Ministero dell'Istruzione: 'Le attività di orientamento mirano a formare e a potenziare le capacità dei giovani studenti a partecipare allo studio e alla vita familiare e sociale in modo attivo, paritario e responsabile'. Il riferimento alla vita familiare e sociale permette di includere nell'orientamento attività assai eterogenee quali educazione alla salute, alla affettività e sessualità, educazione civica, etc.

Oggi è necessario elaborare strumenti per una nuova PRATICA dell’orientamento.

1) Tale PRATICA presuppone:

  • L’abbandono della concezione INFORMATIVA dell’orientamento
  • L’abbandono dell’idea per cui si debba fare orientamento in momenti socialmente definiti (passaggio da una scuola all’altra, momenti di cambio/crisi professionale)

 

2) Tale PRATICA implica:

  • La riaffermazione del primato del soggetto nel processo di orientamento (e dunque la sua collocazione in momenti soggettivamente definiti)
  • L’affermazione della continuità dell’orientamento
  • L’avvicinamento dell’orientamento ad una vera e propria attività di formazione

.

In questo senso la FUNZIONE ORIENTATIVA non è più solamente un supporto al momento della scelta quanto un complesso processo di empowerment delle competenze auto-orientative

Potrebbero interessarti ...