PDF | Stampa | E-mail

RIPROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA. Creare distonia collettiva con la neolingua

Inviato da Nuccio Salis

 corruption 2727571 640

Una delle più raffinate tecniche per generare dissonanza cognitiva, da parte dei media, consiste nel ribaltare il significato originario delle parole conosciute. Rovesciando la valenza semantica dei termini, si determina un cortocircuito concettuale che confonde, disorienta e destabilizza le abituali percezioni, in merito all'attribuzione di senso usualmente riferita a un fenomeno. Si prendano per esempio due aggettivi oramai diffusamente entrati a far parte della neolingua massificata: "complottista" e "negazionista"; termini a cui è stata completamente invertita la nozione dell'origine.

Leggi tutto...

   

PDF | Stampa | E-mail

DAL PUBBLICO ALLA MASSA. I risultati storici del controllo sociale

Inviato da Nuccio Salis

network 3537401 640

Verso la fine degli anni Novanta, peraltro poco prima della sua infelice dipartita, il sociologo ad honorem Danilo Dolci (1924 - 1997) pubblicò un saggio intitolato "La comunicazione di massa non esiste", in cui contesta l'espressione coniata ufficialmente dalla sociologia accademica, in quanto, secondo la visione del Dolci, la massa sarebbe una informe pastoia dove non circola affatto comunicazione. La massa, piuttosto, sarebbe un'aggregazione di soggetti i quali una volta impastoiati in una unica dimensione che non prevede circolazione di nuove e libere idee, perderebbero la loro individualità, limitandosi non più a comunicare ma al contrario a trasmettere.

Leggi tutto...