Educare al silenzio e all’incontro per favorire la crescita personale dei giovani


silenzio mountains 2077460 640

In questo numero abbiamo intervistato il Dott. Carlo Matteo Callegaro, Pedagogista, Pedagogista Clinico®, counsellor, mediatore familiare e formatore. Didatta di Pedagogia Clinica presso ISFAR Istituto Superiore di Formazione e Ricerca di Firenze. Co-Fondatore del Centro Studi Specialistici San Marco e di Pedagogika Cooperativa Sociale. Docente a contratto di Pedagogia Università di Verona.



Da sempre appassionato, studioso ed impegnato nel campo dell’educazione e della crescita personale ci racconta di un legame molto importante tra la crescita personale e la dimensione della sorpresa: "la prima cosa che mi viene in mente quando penso alla crescita personale è l’emozione della sorpresa. Lo stupore mi ha sempre accompagnato quando ho visto e percepito i cambiamenti in me e nelle altre persone. Per me crescere non è semplicemente incrementare, aumentare. Non si tratta di pensare ad una linea in un grafico che tende all’infinito. Per me crescere è sempre sorpresa, perché quando lavori per il cambiamento devi essere disposto a stupirti. Questa visione cozza con una visione dell’educazione in cui è importante fissare obiettivi, fare programmi, determinare cambiamenti a priori che si vogliono raggiungere. Non voglio dire che non si debba “organizzare” l’atto educativo, ma all’interno di questo ci deve essere sempre uno spazio di libertà. Perché dove c’è libertà c’è responsabilità, e la crescita personale è la prima e più importante responsabilità che ognuno ha nei confronti di sé stesso".

Leggi l'articolo completo su "Business Dentro®. Rivista di crescita personale"
Richiedila gratuitamente qui

Potrebbero interessarti ...