RIPENSARE LA LEADERSHIP 2


Ci hanno infarinato, ci hanno intortato, ci hanno persuaso. Hanno travestito la Leadership e promosso una cultura della leadership tutta mediatica, spettacolarizzata, distanziante.

poi ci hanno fatto credere anche che loro, quelli bravi, sono in grado di dare istruzioni rapide, panacee, nozioni immediatamente efficaci affinchè noi, quelli somari, potessimo capire, comprendere, apprendere e diventare diversi in un attimo, cambiare a partire dal successivo lunedi, oppure diventare ottimi Leader solo per il fatto di ascoltare con le orecchie i loro placebo! Ma succede che non sia così.  

La Leadership, quella “vera”, ha a che fare con il nostro respiro quotidiano, con le scelte che ogni giorno facciamo, con la maturazione del nostro cervello, con il modo in cui viviamo le relazioni o ci posizioniamo nel mondo del lavoro e in generale nella vita personale, relazionale, professionale. Non esistono istruzioni che possano farci svegliare efficaci il giorno dopo perchè l'apprendimento richiede tempo, volontà, tenacia, sofferenza, passione e non segue la logica e la cronologica della causa e dell'effetto ma deriva dalla costanza dell'elaborazione, dalla voglia di sfidarsi sempre, dall'umiltà di rimettersi in gioco, dalla capacità di vedere e perseguire obiettivi definiti.

La memoria procedurale è corporea, senso motoria, cinestetica e non registra Istruzioni!! Scientificamente dimostrato. Non lasciamoci ingannare!

 

QUI IL LIBRO

Potrebbero interessarti ...