La gestalt a scuola [parte 6/10]


Le Tecniche di Produzione Cooperativa (se cosi posso chiamarle) possono essere considerate una metafora della cultura, dei modi di fare cultura e del farsi della cultura stessa nel gruppo: cos’è infatti la “cultura”?  Si può dire che essa sia una specie di sapere collettivo e condiviso che:

  • Si crea nella interazione tra gli individui ed attraverso di essa
  • Si produce in modo cooperativistico
  • Ha una natura partecipativa

Gli individui, infatti, partecipano volontariamente ed involontariamente alla creazione, allo stabilimento ed al mantenimento di una data cultura, alla formazione di un certo tipo di società la quale, insieme, con il proprio linguaggio e con la propria cultura retroagisce su di essi

 

Nelle Tecniche di Produzione Cooperativa il soggetto sperimenta la dinamica della genesi della cultura (dinamica genetica), vive il processo stesso del nascere di un prodotto culturale come prodotto sociale.

 

Questo vuol dire che il soggetto apprende a:

  • Partecipare attivamente e mettersi in gioco
  • Partecipare in prima persona
  • “Appartenere ad un gruppo e differenziarsene”, cioè …
  • Riconoscersi come essere-singolo e come membro di un gruppo
  • Apportare un contributo personale ed originale
  • Assumersi la responsabilità del proprio contributo
  • Costruire socialmente gli elementi-della-cultura (mentalità)

   In particolar modo ciò implica che il soggetto sia:

  • Capace di attivarsi consapevolmente
  • Capace di Esprimere una opinione/posizione/pensiero/idea
  • Capace di “difendere” la posizione nel gruppo
  • Difendere la posizione = fornire buone ragioni a sostegno (avere delle ragioni per ciò che diciamo; sapere ciò che stiamo dicendo, riflettere o aver riflettuto sulla posizione in atto)
  • Capace di integrare la propria posizione con elementi appartenenti alle posizioni altrui (sviluppare o approfondire o ampliare o correggere la propria posizione)
  • Capace di desistere dalla propria posizione e di abbandonarla (riconoscerne la insostenibilità) grazie ad un atteggiamento aperto e anti-dogmatico
  • Capace di individuare ed adottare una posizione alternativa (flessibilità)
  • Capace di Sviluppare meta-riflessioni (ossia riflessioni sul proprio modo di riflettere! E’ una capacità fondamentale poiché quando il soggetto diventa consapevole dei modi in cui egli stesso genera un’idea, dei fattori che influenzano il suo “pensare in quel modo in un dato momento” è più disponibile a cambiare idea
  • Capace di “andare contro” la propria posizione (con l’utilizzo di contro-ipotesi) per verificarne la sostenibilità; “confronto interno”
  • Capace di esporre la propria posizione al confronto con gli altri
  • Capace di lavorare con gli altri in vista dell’ obiettivo comune
Potrebbero interessarti ...