Crescita personale [1/2]


Crescita personale: questioni filosofiche e linguistiche.

Riprendiamo gli interrogativi che abbiamo posto nel primo numero della rivista e proviamo a fare un piccolo passo avanti. Oggi siamo andati a vedere cosa troviamo nel dizionario di italiano e nel dizionario etimologico a proposito delle parole crescita + personale.

 

  • CRESCITA: nel dizionario Treccani troviamo che il termine “crescita” rimanda a: crescere, svilupparsi, avanzamento, aumento. Nel dizionario etimologico troviamo che “crescere”, rimanda al significato di creare, propriamente “andare formandosi” (gestaltung diremmo noi).
  • PERSONALE: nel dizionario Treccani troviamo che il termine “personale” rimanda a: che si riferisce alla persona, che è proprio di una determinata persona, di un singolo individuo, che serve all’identificazione di una persona

 

 

I latini indicavano con “persona” (da per-sonar = risuonare a traverso) la maschera di legno portata sempre sulla scena dagli attori nei teatri dell’antica Grecia e d’Italia nella quale i tratti del viso erano esagerati perché meglio potessero essere rilevati dagli spettatori e la bocca era fatta in modo da rafforzare il suono della voce (ut personaret): cosa resa necessaria dall’ordinaria vastità degli antichi teatri. Quello che balza all’occhio (almeno il nostro) è la natura creativa e processuale della crescita personale intesa come “andare formandosi”, come processo di configurazione, di messa in forma che ha a che fare con la possibilità di identificare una figura dai confini visibili a noi stessi ed agli altri (come le maschere greche).

 

Ora, la cosa sembra immediatamente un contro-senso che riporta all’idea del “tutto scorre” di Eraclito: se non possiamo discendere due volte nello stesso fiume, infatti, come è possibile identificare una forma, dai contorni chiari con cui identificarci e distinguerci? Come possiamo crescere a fronte di un processo costante che implica il continuo farsi-e-disfarsi di ciò che “cresce”?

Potrebbero interessarti ...