La gestalt a scuola [parte 10/10]


Conclusioni

L'importanza di una metodologia formativa come quella della Gestalt psicosociale emerge in modo ancor più netto se teniamo presente che la formazione, oggi, si riferisce al deuteroapprendimento ossia all'acquisizione di abitudini astratte di second'ordine (abiti mentali ed emotivi che influenzano le esperienze successive dell'individuo)

 

  • Vi è un nesso tra abitudine ed intelligenza: l'intelligenza mantiene sveglie e plastiche le abitudini ed è essa stessa un abitudine (l'abitudine a pensare intelligentemente)
  • I cosiddetti attributi cognitivi, morali ed emotivi della persona sono da considerare come abiti di rapporto col proprio ambiente sociale
  • l'abitudine ha carattere relazionale: gli abiti non sono meramente interni all'individuo ma dipendono dall'interazione

 

Nella teoria dell'apprendimento di Batesontutto l'apprendimento deve essere considerato  come avente natura di comunicazione per cui in base al livello di apprendimento che si intende promuovere è necessario usare un corrispondente livello di comunicazione

 

I livelli dell'apprendimento si distinguono in base al genere di cambiamento che  producono (l'apprendimento è una modificazione del comportamento o, in prospettiva cognitivista, una riorganizzazione delle strutture cognitive). E cosi abbiamo:

 

  1. APPRENDIMENTO ZERO: è l'apprendimento di una risposta specifica (si impara che Manzoni è l'autore dei promessi sposi = CONOCENZA DICHIARATIVA)
  2. APPRENDIMENTO UNO O PROTOAPPRENDIMENTO: è un cambiamento nella specificità della risposta mediante correzioni degli errori di scelta in un insieme di alternative = apprendimento di una abilità specifica = CONOSCENZA PROCEDUTRALE: si impara come fare)
  3. APPRENDIMENTO DUE O DEUTEROAPPRENDIMENTO:  è un cambiamento nel processo di apprendimento 1; è un processo collaterale/nascosto rispetto al protoapprendimento tale da renderlo più rapido ed efficace; il soggetto non impara solo a svolgere singoli compiti ma ha imparato ad apprendere ossia a svolgere una certa classe di compiti simili (transfer dell'apprendimento); non riguarda l'alternativa entro un certo insieme ma la selezione dell'insieme di alternative entro il quale scegliere;  un processo in  in cui si acquisiscono abitudini astratte e disposizioni durature;
  4. APPRENDIMENTO TRE: è un cambiamento nel processo di apprendimento 2; è una modificazione delle abitudini deuteroapprese; consiste nell'apprendere a imparare ad apprendere

 

La gestalt psicosociale può essere senza dubbio considerata una metodologia di formazione che promuove l'apprendimento 3, che abitua a dis-abituarsi, che sostiene nel ri-abituarsi, che favorisce la flessibilità e l'apertura, lo svelamento del pregiudizio e l'integrazione di nuovi comportamenti, l'espressione delle potenzialità ed il rispetto della molteplicità dei Self (ossia dell'individuo)

 

E se è vero che le abitudini si apprendono dentro un contesto relazionale (specie, famiglia, ambiente, società...) emerge ancor meglio l'attualità e la necessità della Gestalt Psicosociale come metodologia rispondente ad una epistemologia della formazione che elabora strategie, metodi, didattiche veramente funzionali all'uomo della contemporaneità.

Potrebbero interessarti ...