Attraverso la vertigine - il Covid-19 ed altre riflessioni su una società in cammin

Inviato da Sabrina Gatti

"Piccolo, infinitamente piccolo, talmente minuscolo da essere invisibile, eppure così temibile, quanto e più di un esercito di creature giunte direttamente dalle porte dell'inferno, così violento, come e più della furia indomita e selvaggia di uno tsunami, così devastante come e più di un esplosione atomica, Come tutto e più di tutto questo... Uno scenario apocalittico, tanto spaventoso da apparire irreale, un film generato da una mente squilibrata e violenta, l'unica possibile madre di tanto orrore, eppure nessun inganno, nessuna finzione, il nome di quella madre è Realtà... Covid-19... il nome del nemico. Un'entità viscida, infame e soprattutto letale, che inafferrabile e incorporea come uno spirito perverso e malvagio, che ovunque estende la sua essenza oscura, oscura e crudele come solo il male sa esserlo, seminando dolore, morte e distruzione, al suo silente atroce passaggio..."

Sabrina Gatti, sociologa, scrittrice,counselor, 

Potrebbero interessarti ...