Il counseling rimuove le maschere!



FOTO BCiascuno di noi nel vivere quotidiano spesso si mette addosso una maschera….

"… e il mondo intero è una ribalta" diceva Shakespeare, specialmente quando si ricoprono alcuni ruoli, per esempio il capoufficio con il dipendente, l’insegnante con lo studente o il medico col paziente.

Nelle ripartizioni di counseling è importante decifrare e riconoscere la maschera naturale che il nostro interlocutore può decidere sulle prime di indossare.

C’è inoltre una maschera molto più complessa ed è quella che ogni giorno, con molta lentezza indossiamo, è quella maschera che serve a proteggere la parte più fragile, più vulnerabile che vive dentro di noi e che comunque non nasconde realmente il nostro essere perchè la maschera pur servendo da scudo contro dolori e sofferenze mostra ugualmente quella parte "intima",di conseguenza "parlare a viso aperto" sta a significare che la maschera c'è ma è così aderente che mostra ciò che veramente siamo!

 

Usare una maschera come uno scudo per proteggersi è perfettamente comprensibile, la cosa che non è ammissibile è indossare la maschera per far credere di essere quello che non si è e allora la maschera non è più una difesa ma una forma di meschinità, di raggiro!!!!

La maschera è quindi l'abito che indossiamo o per proteggerci o per mostrarci agli altri e come tutti gli abiti arriva il momento in cui,nell'ambito della famiglia o dei rapporti affettivi, togliamo questo abito non avendo nulla da temere.

La vita è il più grande palcoscenico dove ognuno di noi recita la propria parte, quella parte che deriva da usi e costumi,da insegnamenti ricevuti, da valori che ci sono stati "immessi" .... recitiamo il nostro copione a seconda di chi abbiamo davanti e dobbiamo anche essere bravi a gestire le "comparse" che spesso si atteggiano a "prime donne".

Per forza di cose in alcune situazioni dobbiamo essere accondiscendenti, per esempio nell'ambito del lavoro .....a chi non è capitato di aver voglia di mandare a quel paese il superiore? Credo a tutti, ma non si può e allora si fa "buon viso a cattivo gioco"!!!

Giochiamo a viso scoperto sempre, mostrando la parte più vera di noi, rendiamoci unici protagonisti della nostra vita, cosi come il counseling insegna ed aiuta a fare, siamo con gli amici,con le persone cui vogliamo bene, con il mondo…sempre noi stessi!

Lasciamoci alle spalle la noia quotidiana, e divertiamoci a guardare le maschere appese al chiodo sentendoci finalmente e per sempre..liberi!

Per ulteriori informazioni, clicca sulla mia foto in alto a destra di questo articolo e vai nella sezione Curriculum,Contatti e Annunci
A presto Dr. Alloggio A. A.

Potrebbero interessarti ...