“Rialzarsi: come trovare il proprio percorso di rinascita dopo una malattia o un incidente”

L’Associazione ASPIC  Counseling e Cultura di Mestre ti invita a partecipare ad un ciclo di seminari esperienziali

riguardanti il benessere personale, familiare e professionale.

Essi si terranno il martedi sera dalle 20.30 alle 22.00 presso la sede Aspic  Mestre

 

L’ingresso è gratuito previa prenotazione via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Martedi 28 Aprile: “Rialzarsi: come trovare il proprio percorso di rinascita dopo una malattia o un incidente”

 

In seguito ad una malattia o incidente gravi, trascorse le cure, le terapie e la protezione ricevuta nell’ambiente in cui si è curato (ospedali, personale medico, famiglia), il paziente ha sì superato fisicamente la fase più acuta e critica ma spesso, di ritorno al proprio ambiente quotidiano, si trova di fronte ad una nuova visione della vita, a dover ricominciare in vari suoi aspetti (sentimenti, relazione di coppia, amici, ambiente di lavoro) ponendosi queste domande: ed ora cosa faccio? Dove vado? Ce la farò? La malattia/incidente ha lasciato un segno per cui la persona fa fatica a diventare “ex paziente”, rimane un cordone con il passato e un’incognita sul futuro.

Ed ecco che la figura del counselor può essere di supporto al “ex paziente” per:

- ricominciare con il prendersi cura di se stesso dovendo recuperare le debilitazioni fisiche

- fare dei progetti, raggiungere obiettivi

- affrontare in modo consapevole e costruttivo relazioni nuove e vecchie

- consapevolizzare il dolore sopportato durante le cure e trasformarlo in risorsa per sapere affrontare le difficoltà presenti e future

- aiutarlo a vedere come era la propria vita prima della malattia/incidente e dove c’è la possibilità di migliorarla

- riconoscere la malattia/incidente come esperienza di vita

Verranno illustrate le modalità che il counseling può offrire, sia come percorso individuale che comedi gruppo, mediante l’approccio rogersiano e gestaltico.

Inoltre, il counseling può essere anche un canale di supporto per familiari e per tutte quelle personeche si relazionano con un ex-paziente, imparando a rendere il rapporto con quest’ultimo più vero e genuino, sapendo ascoltare se stessi e l’altro.

Trainer: Leonardo Betelemme. counselor

Dopo aver vissuto e superato in prima persona il cancro, intraprende un percorso formativo di

counseling con l’obiettivo di essere d’aiuto a chi ritorna alla vita dopo una grave malattia,

supportandolo nella rinascita di una nuova consapevolezza, autostima e attuazione delle proprie risorse tenute nascoste.

E’ stato testimonial in alcune città del nord d’Italia di eventi dedicati a pazienti, personale medico, operatori sanitari, familiari che avevano come argomento la persona malata di tumore. E’ stato inoltre testimonial per Medicina33-Rai2 per un servizio sul tumore al testicolo.

Potrebbero interessarti ...