Se non è su internet, non esiste

se non sei su internet non esisti

Ringrazio per il contributo che mi ha offerto una signora per questa possibilità di discussione. La mia prima tesi di laurea era orientata sulle dinamiche virtuali e mi sento di porgere questo commento anche in funzione dei testi studiati per la formulazione della tesi di ricerca svolta. Come siamo condizionati dalla tecnologia? Ci percepiamo come esseri semplici e vogliamo essere moderni. Questa dicotomia a volte non ci riesce. La modernità non ci conferma che se qualcosa esiste ed è semplicemente percepibile con i 5 sensi, esista davvero anche se nella realtà virtuale non corrisponde ad una pagina da trovare e guardare.

La persona ha davvero il valore che ci piace pensare abbia? Ha davvero bisogno di essere presente in vari piani di realtà virtuale e non? Come chi non ha un certo numero di amici virtuali si arriva alla conclusione che non esiste in modalità social. Ma cosa significa non avere almeno 1500 /5000 amicizie virtuali? Un Signore mi ha insegnato che un amico è quello dal quale ci si rifugia se si scappa da qualcosa e rischia insieme a te per proteggere l'amico. Quanti amici sui social sarebbero da annoverare tra questi? Una pornostar con moltissimi followers lanciò un appello per chiedere un aiuto finanziario ai suoi fans e ottenne una considerevole cifra in denaro per aver contato sulla generosità dei suoi amici virtuali. Nel frattempo la tecnologia ha sviluppato una capacità di mercato notevole e le persone neofite e non, hanno acquisito una attenzione maggiore nella gestione del proprio denaro.

Mi sento di suggerire ed incoraggiare, quando possibile, ad avvicinarci alla nostra capacità percettiva e offrire il beneficio del dubbio di esistere, anche a chi non è presente nei social; potremmo sorprenderci nel conoscere persone vere.

Cordialmente

Dott.ssa Daniela Confetti

Potrebbero interessarti ...