Libro Vittorio Volterra - Gelosia - il mostro dagli occhi verdi / I nuovi scenari dello stalking: da

Volterra - Gelosia - "il mostro dagli occhi verdi" (Come definì Shakespeare).

Un libro piccolino che riporta una classificazione semplificata della gelosia. nei vari ambiti. La trattazione in capitoli che riportano moltissimi casi clinici ed esempi spaziano dalla: gelosia e amore; gelosia e invidia; gelosia: indagini e psicodiagnosi; gelosia nei due sessi e in diversi contesti; gelosia e correlati biologici; gelosia nel mondo animale; gelosia e connotati psicopatologici; gelosia delirante da abuso di alcol, tossicosi, disendocrinie, encefalopatie vascolari, degenerative e involutive; gelosia ed erotomania; gelosia "on-line"; gelosia: connotati psichiatrico-forensi; gelosia e stalking; gelosia: letteratura, teatro e cinema; gelosia: si può "curare"?. La trattazione ricca di esempi che spaziano tra ambiti reali e virtuali. Le poche pagine aiutano ad un'analisi clinica il problema della gelosia sino a capirne le implicazioni reali a chi ne è vittima e nello stesso tempo rendere accessibile a chi esercita la gelosia ed è inconsapevole delle ripercussioni delle sue ossessioni sulle altre persone. Viene citato il parere di Freud che riteneva la gelosia una espressione di una omosessualità latente e considerava il possesso e il ontrollo del partner un indice di insicurezza profonda e una disagio nei confronti delle dinamiche d'abbandono. Un libro utile per chi intende lavorare con vittime di violenza domestica e/o vittime di stalking.

I nuovi scenari dello stalking: da internet ai luoghi di lavoro. Profili psicologici, criminoloci e giuridici 

I nuovi scenari dello stalking: da internet ai luoghi di lavoro di Isabella Corradini, Anna Maria Petrucci. Questo libro è un compendio utile per riuscire a comprendere il meccanismo perverso della violenza perpetrata attraverso vessazioni, insulti, telefono, internet o personali. Sempre più persone sono vittime di questo reato; moltissime persone famose dichiarano apertamente di esserne state vittima. Se per fortuna non se ne è fatta una esperienza diretta, la lettura del libro ci porta dentro ad una realtà forte e nascosta dalle vittime per vergogna e/o paura. Le vittime sono prevalentemente donne ma nella mia esperienza clinica ho potuto constatare che le vittime sono anche uomini, che però con più reticenza denunciano il/la persecutore/rice. Non così inusuali sono le ideazioni o i tentativi di suicidio proprio a causa di tali aggressioni, di recente nuovi casi sulle cronache anche se questo fenomeno è più frequente oltre oceano.

Trovo che siano un'ottima lettura per i professionisti delle relazioni d'aiuto e li consiglio caldamente.

Potrebbero interessarti ...