Stop alle critiche!

 

STOP ALLE CRITICHE!

 

 

 

 

Quando giudichiamo eccessivamente noi stessi, diventiamo i nostri peggiori nemici.

Ma come fare a modificare o interrompere la voce del giudice critico presente in ognuno di noi?

Com'è possibile imparare ad amarsi di più e accettarsi per come si è?

Come riuscire a vedere in modo più ottimistico se stessi e ciò che si ha intorno, trasformando i rimpianti in risorse e dando il via a un'azione più costruttiva?

 

I rimpianti bloccano l'azione, legarsi troppo al passato ci fa vivere in un tempo che non è quello del qui e ora ma un tempo in cui eravamo altri noi stessi, con altre caratteristiche e altre modalità di azione.

Rimuginare su eventi che di fatto non esistono più, se non nella nostra testa, ci priva di risorse, riempiendo il nostro cervello di pensieri e impedendoci di rigenerarci.

 

 

E’ possibile però adottare fin da subito alcune piccole strategie, molto utili per modificare il proprio modo di pensare e di conseguenza anche il proprio modo di agire:

 

- non lamentarsi. Vivere nel passato lamentandosi di ciò che è stato o di ciò che sarebbe potuto essere ma non è stato, non è utile ma serve solo a ricreare un passato che in qualche modo ci ha danneggiato. Rompere questo automatismo aiuta a considerare il presente sotto una luce diversa e a muoversi verso il futuro con maggiore ottimismo;

 

- non giudicare. Abbandonare il giudizio su se stessi e sugli altri, interrompere la voce fastidiosa del giudice critico secondo il quale non siamo capaci di fare abbastanza o addirittura di fare qualcosa di buono;

 

- fare movimento e seguire una corretta alimentazione. Uno stile di vita sano aiuta a svegliarsi col sorriso e a mantenerlo durante tutta la giornata. Inoltre, se il nostro stato d’animo è positivo, con ogni possibilità influenzeremo anche chi ci sta intorno che di rimando si sentirà altrettanto bene e attireremo verso di noi un’energia buona;

 

- dedicarsi del tempo. Fare un bagno caldo, assaporare un piatto delizioso, fare una passeggiata all’aria aperta, concedersi del tempo per stare con se stessi, senza dover obbligatoriamente fare qualcosa. Vivere il momento e...agire!  Accettare ciò che viene proposto, anche se è insolito, lasciarsi andare e mettere da parte i residui di antichi schemi, paure o limiti mentali. Fare e basta!

Potrebbero interessarti ...