DISCORSI SUL COUNSELING

DISCORSI, CONFRONTI, METAFORE: LA PERSONA AL CENTRO


Discorsi sul Counseling e la figura del Counselor, vuole essere un contenitore informativo, ma anche di riflessioni condivise, su questa Professione che si è sviluppata negli ultimi 10 anni in Italia in un territorio spesso senza confini ben delineati né da albi, ne da una classica Laurea Magistrale.

Definizione di Counseling

“ Il counseling professionale è un'attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.

Il counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento.

 

E' un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici. Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi e istituzioni. Il counseling può essere erogato in vari ambiti, quali privato, sociale, scolastico, sanitario, aziendale. “

(Definizione dell'attività di counseling di Assocounseling associazione professionale di categoria)

D’altro canto Burnett nel 1977 così definì il Counseling.
“Il Counseling è un processo di interazione fra due persone- counselor e il cliente- il cui scopo è quello di abilitare il cliente a prendere una decisione riguardo a scelte del qui e ora di carattere personale(come scegliere un lavoro o un corso di studi) o problemi o difficoltà speciali , che lo riguardano direttamente”
E così potremo continuare all’infinito nelle definzioni, ma il quesito è chi è il Counselor in un contesto lavorativo, dove può operare, con quali tipi di metodologie, quali sono i suoi limiti e i suoi punti forza e le sue criticità, come si inserisce sul mercato delle professioni riguardanti le “relazioni di aiuto”

Usando una metafora: IL VIAGGIO(metafora della vita)
“nel nostro viaggiare con la mente e il corpo, fermarsi in vari porti, andando verso una meta scoprendosi viaggiatori osservanti di nuovi orizzonti, talvolta qualcosa ci ostacola  ci ferma, step by step dobbiamo talvolta rallentarci.
E’ in questo stop obligato , apparentemente casuale, che rappresenta quell’attimo , và risolto , affrontato il problema che ci ha fermato,, spesso in una nuova cornice di realtà, in una rinarrazione, nella stesura di un nuovo copione……
La vita è quella cosa che accade mentre ti ritrovi impegnato a fare progetti, ma anche a d attuare copioni che altro non sono coazioni a ripetere, gabbie destinate a irrobustirsi.
Il Viaggio se fatto con attenzione e dando valore a ogni piccolo passo, a ogni piccola tappa, a ogni porto nel quale ci possiamo fermare, contiene sé il messaggio e la meta.

In questa metafora c’e’ racchiuso il significato della vita e talvolta in qualche porto sarebbe importante, fermarsi un po’ piu’ a lungo, per osservare meglio quali sono le giuste decisioni da prendere, quali infinite soluzioni ci possono essere per un problema del momento che può sembrare insormontabile.

Forse Il Counselor, ha con sé una bussola, o una lente d’ingrandimento o un kit di cornici di vario colore e misura, perché in effetti l’iter formativo del Counselor(a prescindere da quale approccio provenga) ha in se un lavoro esperienziale di gruppo e sulla propria persona  triennale (di base) che lo fa essere una professionista capace di ascoltare, accogliere accompagnare un cliente in un problem solving efficace dove il vero valore è considerare la persona al centro.

Per concludere , ogni settimana vi verranno proposti discorsi sul Counseling e l’attività del Counselor, per dialogare insieme anche sull’utilità sociale di questo tipo di figura professionale.

Antonella de Pascale
Professional counselor Assocounseling
Counselor espressivo
 

Potrebbero interessarti ...